• Benvenuto in EGIBERT Jewellery Collection !

La Lavorazione

Incastonatura

Gli strumenti di acciaio normalmente usati nel processo dell' incastonatura non scalfiscono il diamante. Tuttavia, il diamante ha dei piani di sfaldatura e quindi bisogna fare attenzione quando si schiacciano le griffe contro la corona perché può scheggiarsi. La stessa cura va posta quando s' incastonano le pietre una in fila all'altra, bisogna evitare che le corone si tocchino e quindi bisogna lasciare uno spazio tra una pietra e l'altra. Evitare anche di premere fortemente contro gli spigoli delle faccette perché potrebbero scheggiarsi.

Castone: se i supporti delle sedi sono stati fatti correttamente, la pietra non da alcun problema. Nelle montature con supporti pretagliati ci si deve assicurare che la sezione più bassa del supporto sia parallela alle faccette del padiglione della pietra. Sé così non fosse, basta semplicemente sagomare la parte più bassa del supporto, così che la pietra si adatti dentro di esso, anziché essere pressata verso l'alto contro un bordo incurvato. In tale caso, infatti, il punto contatto agirebbe da fulcro e persino la più lieve pressione potrebbe sfaldare la corona.

Griffe: le corone dovrebbero essere inserite leggermente al di sotto della superficie del metallo e le griffe sollevate sopra la corona, piuttosto che contro di essa. I bordi della corona del diamante, possono sfaldarsi se vi viene applicata una pressione diretta.

Maglio: se i supporti sono tagliati propriamente, si può usare il martello elettrico per sollevare il metallo al di sopra della corona. Rifilare l'interno della piega con un bulino non dovrebbe creare alcun problema. La lucidatura dovrebbe essere fatta sul metallo sopra la pietra e non contro di essa.

Finiture: se si usano delle mole abrasive per rifilare le punte dopo l'incastonatura ci si deve assicurare che le mole siano fatte di gomma ( e non di pietra ) e che non contengano né carburo di silicio ( carborundum ) né abrasivi a base di polvere di diamante perché graffierebbero la pietra. Se le mole sono di gomma dura, è meglio evitare il contatto con la corona della pietra. Il vostro fornitore di utensili dovrebbe essere in grado di fornirvi informazioni riguardo al tipo di abrasivo delle mole di gomma. Se si usano delle lime per rifilare le punte, è meglio evitare di passarle sui margini appuntiti delle faccette o sui bordi della corona. Una soluzione per evitare che la parte ruvida della lima tocchi il bordo della pietra, è usare una lima a tre angoli. Questo permetterà di rifilare l'interno di una punta con la lima mentre solo il bordo levigato dell'angolo tocca la pietra.

Alcuni Consigli per l'incastonatura e la lavorazione dei Gioielli



Per la Collezione dei Gioielli può essere usato qualsiasi abrasivo utilizzato per pulire l'oro e il platino, compreso il vapore e l'acqua calda.

Lucidatura

Gli apparecchi ad ultrasuoni in bagno a caldo o a freddo non danneggiano la pietra. Bisogna solo evitare che le pietre si tocchino tra loro perché potrebbero rigarsi. Gli acidi normalmente usati in gioielleria non intaccano la pietra sia a caldo sia a freddo.

Apparecchi ad ultrasuoni e acidi

Le riparazioni dei gioielli possono essere fatte senza rimuovere le pietre. Il calore del cannello non danneggia la pietra, occorre solo assicurarsi che sia ben pulita la pietra per evitare incrostazioni.

Riparazione e riduzione misura